Le Pinete d’Ischia sono 4 meravigliosi Parchi, acquisiti al patrimonio pubblico da oltre vent’anni. Offrono una vera e propria oasi di verde in pieno centro abitato. Sono nati sull’ultima colata lavica verificatasi ad Ischia nel 1302. Solo tre anni dopo gli abitanti ritornarono sull’ isola e dovettero attendere ben cinque secoli per poter vedere sorgere un manto di verde proprio lungo il tratto segnato dalla lava. Sarà infatti, sufficiente spostarsi sull’altura di Campagnano per seguire l’intero percorso, completamente ricoperto dai pini piantati nel 1850, per opera del dottor Gussone, direttore dell’orto botanico di Napoli. Furono preferiti i Pini Domestici all’ombra dei quali si è sviluppato un insieme di piante tipiche dell’ambiente mediterraneo.

Ischia mette a disposizione dei suoi cittadini e dei suoi ospiti questi spazi, che dopo essere stati trascurati per lungo periodo, si ripresentano nel loro splendore testimonianza di un ricco patrimonio naturale e culturale.
Per rendere più attivo e vivo il rapporto uomo-natura si sono attribuite delle specificità diverse ad ogni area:
La Pineta dei Fiori (la Nenzi Bozzi), la Pineta degli Artisti e delle Orchidee, la Pineta dei Ragazzi (Pineta Villari), la Pineta degli Atleti (Fondo Bosso).
Nelle pinete inoltre, sopratutto nel periodo estivo vengono organizzate attività culturali, concerti, mostre, teatro e cinema all’aperto.

Come raggiungere le Pinete

Appena sbarcati al Porto di Ischia, seguite un itinerario più tranquillo ma interessante per i caratteristici negozi che incontrerete: Via Roma, Salita S.Pietro, Corso Vittoria Colonna, Piazzetta San Girolamo e a destra via Cortese dove vi imbatterete nella Pineta degli Artisti e delle Orchidee.
Tornando indietro nella Piazzetta, entrate nella Pineta Nenzi Bozzi, e, alla sua uscita proseguendo sul Corso, svoltate a destra dove troverete la Pineta Villari.
Attraversate ora via Sogliuzzo e via Foschini per giungere alla Pineta degli Atleti.